Paesaggi notturni ed energia solare

Le novità non mancano nemmeno nel campo dell’illuminazione. «Illuminazione artistico scenografica» è la parola d’ordine dell’assessore all’arredo urbano. «Vogliamo creare un paesaggio notturno scenografico scegliendo il tipo di illuminazione adatta in ogni occasione - spiega Cadeo -. Cambierà il modo di illuminare palazzi, monumenti, edifici storici per mettere in risalto particolari architettonici e creare uno speciale effetto scenografico. Così piazza Sant’Alessandro, la basilica di Sant’Eustorgio, la Scala, piazza Mercanti e Santa Maria delle Grazie cambieranno volto. E con loro i parchi: non si tratta solo di fare luce, ma di creare dei paesaggi notturni. Anche la tecnologia partecipa a rendere bella e sicura la nostra città: avremo delle illuminazioni fatte con i led e sistemi alimentati a energia solare».