Un Paese che vive a Milano «Anche qui abita il Brasile»

Brasiliano cinquantenne, da quattro anni direttore dell’Ibrit, l’Istituto Brasile-Italia di Milano, Marco Antonio Ribeiro vuole mettere al bando l’esotismo e stimolare, con le tante attività culturali del centro, una reale conoscenza del suo Paese tra i milanesi. «La comunità brasiliana è “mimetica”, nel senso che si adatta subito al ritmo della nazione ospitante: anche l’aspetto fisico ci aiuta perché il nostro sincretismo ci rende difficilmente etichettabili - spiega Ribeiro -. Vorrei che gli italiani in futuro facessero un passo avanti nel pensare a noi latinos non solo come a manodopera, ma a persone con un bagaglio storico e culturale interessante, che merita di essere conosciuto».