Un Paese di criminali e debitori

Com’era il mondo prima che arrivassero le cartelle esattoriali e prima che esistesse quell’infamia chiamata Equitalia? Come tra­scorreva la vita prima della scoperta dello spread?

Com’era il mondo prima che arrivassero le cartelle esattoriali e prima che esistesse quell’infamia chiamata Equitalia? Come tra­scorreva la vita prima della scoperta dello spread?Com’era la vita prima che la finanza di­ventasse così vendicativa verso i viventi, giuran­do minacciosa: pagherete tutto, fino all’ultima goccia di sangue, vi rovinerò per la sola colpa di esistere? Continuo a non capire perché viven­do allo stesso modo di dieci anni fa, con le stesse virtù,gli stessi vizi e le stesse abitudini,siamo di­ve­ntati d’un tratto criminali e debitori verso mi­steriosi terzi. Cartelle, pignoramenti, sovrattas­se, più minacce e torture d’ogni tipo, via posta, via e-mail, via tv, temo a momenti via anale, vi­sto che le infrazioni sono solo supposte. Eppu­re noi non siamo cambiati. Un Paese intero è cri­minalizzato, giudicato e condannato dalle agenzie di rating (razzismo in lingua borsese). Il nemico è tedesco, americano, cinese, o apoli­de e astratto, come la finanza? Vogliamo o no ri­bellarci a questa dittatura finanziaria e far vale­re la vita reale dei popoli? Ma la Spagna, che ri­schia di trascinarci nel baratro, era governata negli ultimi anni dal Caballero Berlusconi o da Zapatero,top model dell’eurosinistra?E in Gre­cia c’era al governo Zorba Berlusconi? Visto che stiamo male anche ora, con lo stesso spread,pieni di tasse e di debiti,la svolta di Mon­ti alla fin fine è stata solo sessuale rispetto all’era porcella di Silvio Boccaccioni? I suoi soli tagli riusciti sono le castrazioni? Ma quando ci sve­gliamo da quest’incubo tecnofinanziario?

Commenti

maleo

Mer, 25/07/2012 - 13:29

Ha cento volte ragione.ormai temo le telefonate del commercialista piu dell' aviaria.sto espiando la colpa di avere una p.Iva ( obbligatoria poichè le assunzioni per gli agenti di vendita non esistono)pagando il 65%di quello che guadagno.La proprietà della mia casa è stata considerata una delittuosa voluttà.In questo mese di luglio ho venduto 1 automobile.e mi chiedono pagamenti in acconto su cifre e studi di settore fantascientifici!Ho paura,tanta paura di non riuscire a svegliarmi da quest'incubo triste e cattivo.Se ha istruzioni per farlo,sono tutt'orecchi.

aguaplano

Mer, 25/07/2012 - 14:20

diaciamola tutta.. non può essere che i cattivi stiano tutti da una parte ed i buoni dall'altra. di qua comemrcianti, imprenditori, lavoratori, di là dipendenti e funzionari pubblici, politici, CC, polizia, GdF, Ag delle Entrate, equitalia, ecc. eppoi chi ha vissuto da innocente le vessazioni di questi cravattari può capiere cosa si prova. credetemi, avete di fronte uno stato con leggi ad hoc schierato contro di te. se vai in giudizio il giudice non è terzo ma uno di loro! questi sono mossi da premi di produzioni ed obiettivi da raggiungere a costo di uccidere gente innocente. da meridionale aggiungo poi che non c'è peggio di organizzazioni composte da gente del sud investita dallo stato: GdF, ag delle enytrate ed Equitalia. se esiste un funzionario onesto con senso dello stato è di certo del nord. condicio sine qua non.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 25/07/2012 - 14:58

Veneziani condivido in toto, e condivido il discorso di aguaplano, lo stato assistenziale fà palesemente capire a chi ha la sventura(ormai) di procacciarsi da solo il pane, che lui è il "bersaglio" e lo stato il "cacciatore"..costituzione o no..

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mer, 25/07/2012 - 15:00

Siamo passati dalle Dittature nazionaliste del '900 a quelle finanziarie degli anni 2000. Le nostre vite e le sorti dei governi nazionali sono decisi dall'umore delle borse, alias, da quello degli speculatori finanziari

Lino1234

Mer, 25/07/2012 - 15:16

Incredibile ma vero. Sono incappato in un "tutor" mentre superavo il limite di velocità di tre km. Ho ricevuto la regolare contravvenzione che ho subito provveduto a pagare. In seguito ho ricevuto l'ingiunzione di pagare ancora il doppio della stessa contravvenzione. Ho fatto ricorso al Giudice di pace. Un mese dopo ho ricevuto un ulteriore ingiunzione, quadruplicata. Mi sono recato dal comandante dei Vigili provinciali, persona estremamente cortese, gentile e corretta, che mi ha spiegato che il pagamento della prima contravvenzione da solo non basta, in quanto la legge stabilisce che il multato può scegliere se pagare solo la multa o raddoppiarla qualora decidesse di non inviare alcun nominativo. Morale : se alla guida vi fosse stato un criminale, un ubriaco o un drogato allo Stato non interessa nulla. Importante è incassare quattrini. La giustizia, quella giusta e reale viene dopo. Saluti. Lino Il Giornale

Lino1234

Mer, 25/07/2012 - 15:32

Incredibile ma vero. Sono incappato in un "tutor" mentre superavo il limite di velocità di tre km. Ho ricevuto la regolare contravvenzione che ho subito provveduto a pagare. In seguito ho ricevuto l'ingiunzione di pagare ancora il doppio della stessa contravvenzione. Ho fatto ricorso al Giudice di pace. Un mese dopo ho ricevuto un ulteriore ingiunzione, quadruplicata. Mi sono recato dal comandante dei Vigili provinciali, persona estremamente cortese, gentile e corretta, che mi ha spiegato che il pagamento della prima contravvenzione da solo non basta, in quanto la legge stabilisce che il multato può scegliere se pagare solo la multa o raddoppiarla qualora decidesse di non inviare alcun nominativo. Morale : se alla guida vi fosse stato un criminale, un ubriaco o un drogato allo Stato non interessa nulla. Importante è incassare quattrini. La giustizia, quella giusta e reale viene dopo. Saluti. Lino Il Giornale

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 25/07/2012 - 15:54

Marcello riesce a far ridere anche se c’è da piangere. Pensare che basterebbe poter dedurre dalle tasse tutto ciò che si compra. Solo con l’incasso dell’IVA che si evade per non pagare la stessa IVA e le tasse, nel giro di due anni, come minimo, si dimezzerebbe il debito pubblico e le tasse da pagare pian piano sparirebbero, ma soprattutto l’evasione fiscale si attesterebbe molto vicina allo zero. La salvezza dell’Italia sta in due pezzi di carta: nello scontrino fiscale e nelle fatture deducibili in TOTO per cominciare e nella susseguente priorità alle riforme per affrontare gli sciacalli della finanza, iniziando dalle tre fondamentali: Costituzione, Giustizia, Legge elettorale. Il prossimo governo, sarebbe così in condizioni di governare perché se le cose rimangono tali e quali, qualunque coalizione vinca, è destinata al fallimento per i continui veti incrociati, offrendo così agli sciacalli, un banchetto permanente. Ma al Colle sappiamo benissimo chi c’è, di conseguenza……….