Paga un quadro con «cloni» di assegni

Va in banca per cambiare degli assegni da 12mila euro con i quali gli era stato pagato un quadro e scopre che aveva in mano «cloni» di assegni già incassati. Ma la vittima del raggiro, un gallerista d’arte romano, ha sporto denuncia al commissariato Castro Pretorio, e ha riconosciuto il volto del truffatore attraverso delle foto segnaletiche. L’uomo, un 67enne ben noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato oltre che per truffa, anche per ricettazione titoli di credito, sostituzione di persona e uso di atto falso.