Paganini trasporta Coppelia negli anni Sessanta

Donatella Palmieri

Raffaele Paganini, la superstar del balletto classico, torna questa sera a Tagliacozzo, in provincia de l’Aquila, in occasione del XXII Festival Internazionale di Mezza Estate. La sua Compagnia di Balletto incontra l’ensemble di Almatanz per una nuova, originale versione del balletto classico Coppelia in piazza Obelisco. Inizio ore 21,15.
Paganini, che nel balletto diretto da Luigi Martelletta riveste il ruolo di Coppelius, mette in risalto la complessità, l’ambiguità, la forza, il mistero e la personalità del personaggio, nel rispetto della tradizione, ma anche nella ricerca di nuovi contenuti e linguaggi. Accanto a Paganini le danzatrici Scilla Cattafesta (Swanilda) e Teresa Strisciulli (Bambola). Le musiche sono di Leo Delibes, i costumi di Silvia Califano, le scene di Stefano Nigro.
La storia è ambientata tra gli anni Cinquanta e Sessanta, quando il cinema simboleggiava i sogni e rappresentava le illusioni. In una piccola città di provincia, Swanilda vive la sua quotidianità mentre sogna di fare cinema. L’incontro con Coppelius, un uomo affascinante che vive assieme a una bellissima creatura meccanica dalle sembianze umane di donna fatale le rivelerà tutto quello che lei aveva concepito unicamente con la fantasia. Quando entra nel suo appartamento tappezzato di foto e poster di splendide dive, le si apre un mondo fino a quel momento solo immaginato. Così si lascia sedurre fino a riuscire a tirare fuori dall’io più profondo le sue attitudini che la porteranno con l’approvazione artistica di Coppelius a intraprendere la carriera di attrice. Riuscirà a concretizzare i suoi sogni? Nello spettacolo sono rappresentate le molteplici personalità della donna.
In questo balletto Paganini mette in evidenza non solo le doti di ballerino, ma anche quelle ormai acquisite di attore con una mimica che arricchisce lo spettacolo.
Raffaele Paganini, inizia gli studi di danza a 14 anni presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera Di Roma entrando solo dopo quattro anni a far parte del corpo di ballo prima come solista e poi come etoile. La sua bravura la dimostra presto sui palcoscenici di tutta Europa mentre la popolarità in Italia arriva dopo le numerose apparizioni televisive. In teatro è stato protagonista di «Don Chisciotte», «Zorba il greco», «Sette spose per sette fratelli», «Carmen».
Biglietto d’ingresso: 10 euro,info al numero 0863/68319; 0863/614203.