La pagella della terza serata

Un voto a Luca Laurenti, a Gabriella Pession, a Lelio Luttazzi, ad Al Bano e a Katia Ricciarell

Luca Laurenti: 7
Se non fa il partner sciocco di Bonolis, cosa che peraltro gli riesce benissimo, Luca Laurenti si conferma il miglior cantante di Sanremo. Di gran lunga, anche. Bastava ascoltarlo ieri sera in «My Way». «Questa musica lei come la sente?» gli ha domandato con finta innocenza Bonolis. E Laurenti pronto: «Con la cuffia». Rieccolo.

Gabriella Pession: 5
«Questo palco ha un suo carisma» ha esordito la valletta del giovedì, Gabriella Pession, dopo aver disceso faticosamente le scale dell'Ariston. Ha poi spiegato di essere «spaventatissima», concludendo il primo intervento rivelando di «aver vissuto in simbiosi con un coccodrillo». Scordando di aggiungere: chissenefrega.

Lelio Luttazzi: 9
Finalmente le dieci Proposte sono scese in campo con i loro padrini (e madrine). Chiudendo la manfrina degli sponsor che raccomandavano i propri pupilli, assicurando che si trattava di altrettanti Celentano e Mina. Tutti, tranne Lelio Luttazzi, che di Arisa ha detto: «Non vuole cambiare il mondo con la sua graziosa canzoncina». Bravo!

Al Bano: 7
C'è poco da divertirsi a fare zapping sui canali Rai del pomeriggio. Si parla solo di Festival. Ieri però alla «Vita in diretta» c'è stato un siparietto niente male. Malgioglio dallo studio ha detto, senza alcuna malizia, ad Al Bano: «Ieri siamo stati insieme». E l'altro, da Sanremo: «Come, siamo stati insieme?», prendendo subito le distanze. Chissà (il dottor) Grillini...

Katia Ricciarelli: 8
«La vita in diretta» è una miniera di sketch. Accanto ai soliti leccapiedi, c'è anche chi va controcorrente. Come Katia Ricciarelli, che a precisa richiesta: «Ti ha emozionato Mina?» ha risposto: «Non particolarmente ». Quanto alla Zanicchi, ha precisato: «Io ho più o meno gli anni di Iva. No, meno». Ah, Pippo, Pippo, potevi insegnarle la sottile arte della diplomazia.