LE PAGELLE DI NAPOLI-INTER E Lavezzi è meglio ’e Pelè

NAPOLI
7 GIANELLO. Un solo intervento ma miracoloso quando Suazo a pochi metri gli si presenta solo e gli spara addosso.
6,5 SANTACROCE. Non si lascia intimidire neppure da Figo quando il portoghese in preda a una crisi di identità cambia fascia e va sulla sua.
6,5 CANNAVARO. Esce dal guscio e colpisce di testa nell'area interista consentendo a Julio Cesar un momentaneo riscatto.
6 CONTINI. Tiene bene la sua fascia e probabilmente timbra la faccia di Balotelli con una gomitata.
6 MANNINI. Parte con autorià, sparisce nel momento della guerra totale. Dal 37’ st GRAVA sv.
6,5 BLASI. Regge bene la zona centrale dando ordine.
6,5 GARGANO. Va in aiuto di qualunque compagno si trovi in difficoltà e quasi sempre con successo. Si procura un rigore inesistente.
6,5 HAMSIK. Si mette sulla fascia di sinistra e fa sentire la sua freschezza atletica. Dal 48’ st BOGLIACINO sv
6 SAVINO. In mezzo a sferragliare e tamponare.
7 LAVEZZI. Ogni tocco un boato, il San Paolo ha bisogno di una icona e lui non si tira indietro.
6,5 ZALAYETA. Il suo gol dopo due minuti fa girare la partita. Poi corre e sbaglia come sempre, anche un rigore, ma è un pericolo costante.
All.: REJA 7. Il Napoli ci mette tutto quello che ha e dà l'idea di farlo anche per il suo allenatore.
INTER
5 JULIO CESAR. Il ragazzo sa come mettere in salita la partita. Poi compie anche qualche prodezza ed evita un risultato più pesante parando un rigore. Ma poi.
6 MAICON. Forza e carattere, a volte distribuite male. Avvia le azioni più pericolose.
5,5 MATERAZZI. Non è al meglio, serata storta, evita di accelerare, evita i suoi lanci a tagliare, evita cartellini. Ma non c'erano alternative al suo impiego.
6 RIVAS. Due miracolosi recuperi che non sono bastati.
6 CHIVU. Gioca a costruire più che difendere. Tira in piedi qualche buona azione ma si spegne anche lui al limite dell'area napoletana. Dal 6’ st CRESPO 6. Si danna inutilmente.
5 FIGO. Il maestro si riposa, scatta e gli fregano il pallone, cambia fascia e non risolve. Ma vuole giocare. Dal 34’ st JIMENEZ sv.
5,5 PELÈ. La volontà e l'impegno non sono in discussione. Il resto purtroppo sì.
6 VIEIRA. Il francese sta crescendo anche se per capirlo bisogna sforzarsi molto. Non ha gran collaborazione ma non si avvilisce.
5 MANICHE. Non è per scaricare tutto addosso a lui, ma il suo arrivo aveva un significato diverso dalla sua resa attuale. E Mancini non ha molto tempo per aspettarlo. Dal 1’ st ZANETTI 6,5. Dà più sostanza.
5,5 SUAZO. Quando ha la grande occasione centra in pieno Gianello. Erano passati pochissimi minuti dal gol di Zalayeta e sarebbe stata una mazzata psicologica per il Napoli, invece il suo errore abbatte il morale dell'Inter e si vede.
6 BALOTELLI. Gioca sciolto senza sentirsi addosso il peso. Si fa rispettare ma non riesce mai a liberarsi per il tiro.
All. MANCINI 5,5. Tradito da Julio Cesar, ma non ci sono gravi errori nella sua impostazione.
Arbitro RIZZOLI 6. Nessuno gli crea problemi e lui non ne crea agli altri. A parte il rigore concesso al Napoli apparso molto dubbio che però è in compartecipazione con il guardalinee.