La prima pagina del Giornale fa il giro del web

L'editoriale di Alessandro Sallusti sull'articolo del <em>Der Spiegel</em><em></em> secondo cui al comando della Concordia non poteva che esserci un italiano, ha avuto una grande eco su social network e quotidiani online

L'editoriale di Alessandro Sallusti sull'articolo del Der Spiegel secondo cui al comando della Concordia non poteva che esserci un italiano, ha avuto una grande eco su social network e quotidiani online.

Su Twitter e Facebook gli italiani si dividono tra chi urla allo scandalo e chi invita a leggere l'articolo senza fermarsi al titolo. In poco tempo "Il Giornale" e "Spiegel" scalano la classifica delle tendenze del social network di microblogging.

"Vergogna", "È rivoltante", "Titolo indecente" si legge su molti post. Motivo di indignazione maggiore, oltre ovviamente al riferimento ad Auschwitz, è la coincidenza con la Giornata della memoria. Ma qua e là tra i tweet appare anche qualcuno che si chiede "quanti di quelli che criticano il “titolo” de il Giornale hanno anche letto l’articolo". E non manca anche chi è d'accordo con l'articolo e se la prende con la rivista tedesca.

Ma soprattutto, come succede di solito in questi casi, tanta ironia: in molti scherzano sul titolo, finché qualcuno non "inventa" un gioco parafrasando le parole sulla prima pagina del Giornale. E il popolo di Twitter si è scatenato: "A voi kant, a noi Eva Kant", "A noi i Pooh, a voi i Tokio Hotel".