Pagine di mare premia l’enogastronomia

Luana Cortesi

Sull’enogastronomia l’Italia non è seconda a nessuno. E regioni come il Lazio stanno facendo passi da gigante, preferendo la qualità alla quantità. A rafforzare questa tendenza verso l’eccellenza è la promozione di prodotti tipici con manifestazioni legate al territorio. È per questo motivo che la quarta edizione del premio «Pagine di mare» quest’anno ha scelto l’enogastronomia. Così l’ambito riconoscimento 2006 va a giornalisti, docenti ed esperti che con il loro lavoro contribuiscono a valorizzare e difendere l’ambiente legato al mare in tutte le sue forme. Illustre l’elenco dei premiati: lo chef Heinz Beck, il nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio, i giornalisti Donatella Bianchi, Daniele Cernilli e Alessandro Di Pietro. L’evento, presentato ieri a Palazzo Valentini, si terrà domani alle ore 17, nel prestigioso museo archeologico «Lavinium» di Pratica di Mare (via Pratica di Mare, località Borgo di Pratica), ed è promosso da «Assobalneari», dal Sindacato Italiano Balneari di Torvaianica e dal Consorzio di promozione turistica Atorvaianica e patrocinato dal Comune di Pomezia. Seguirà una succulenta degustazione di prodotti locali: dai torvicelli ai frutti di mare, il tutto con vini Doc secondo l’abbinamento ottimale. «È fondamentale rilanciare i piatti della tradizione laziale e far conoscere i giusti abbinamenti con i vini del territorio - ha precisato Daniele Cernilli, uno dei maggiori esperti europei del nettare di Bacco -. I torvicelli, ad esempio, a base di farro, alici e pecorino romano, ben si sposano con i vini forti e aciduli dei castelli romani come il Marino Doc. I produttori e le istituzioni devono lavorare insieme per far conoscere ai ristoratori laziali la qualità dei vini locali, sul modello toscano o piemontese». Alla conferenza stampa di ieri sono intervenuti anche Marco Schiano, presidente del Sindacato Italiano Balneari Torvanianica e ideatore della manifestazione, Ugo Servadio del Consorzio Turistico Atorvaianica e il consigliere provinciale Aurelio Lo Fazio, che con il collega Luca Nitiffi ha proposto di far istituire al presidente della Provincia di Roma Enrico Gasbarra «una borsa di studio a favore degli Istituti Alberghieri dell’hinterland impegnati nella ricerca e valorizzazione delle ricette locali dedicate alla gastronomia di mare». Tra gli altri premiati: Heinz Beck, chef pluridecorato, ai vertici della cucina italiana ed europea del ristorante «La Pergola» dell’Hotel Hilton di Roma. E ancora: Pietro Antonio Migliaccio, medico, docente, nutrizionista; Donatella Bianchi, conduttrice Rai di Linea Blu, che ha saputo ben rappresentare la realtà dei pescatori di Torvaianica e infine Alessandro Di Pietro, giornalista e conduttore della trasmissione Rai Occhio alla Spesa.