Un Paisiello pirotecnico ma ben eseguito da Rigon

Quando si dice: ne sono successe di tutte, di solito non è vero. Potevano succederne di più. NeI giochi d'Agrigento, di Paisiello, però, siamo proprio molto vicini all'en plein. Le vicende dell'opera settecentesca, irraccontabili nella complicatezza si annodano e si snodano con libertà gratuita e spregiudicata, e per di più l'autore, che è meno agile d'altri colleghi napoletani ma è bravissimo nelle sfumature patetiche, dà a tradimento spesso qualche tocco sentimentale soave. Eseguita a Martina Franca nel 2006, con cantanti giovani ben preparati, guidati , insieme a orchestra e coro, da uno che ci crede ed è musicista sensibile, Giovanni Battista Rigon, ed incisa, va ascoltata magari alla leggera ma col libretto di Pepoli davanti per goderne insieme eleganza e piroctenia.

Giovanni Battista Rigon I giochi d'Agrigento (Dynamic)