Pakistan, ancora un attentato suicida E' strage: 20 morti e 25 feriti

L'attacco è avvenuto a Charsadda, nel pieno della campagna elettorale in vista delle
consultazioni politiche e amministrative in programma il 18 di
questo mese. Il kamikaze si è fatto saltare a un raduno dell'Awami National Party (Anp, opposizione), formazione politica dell'etnia pashtun

Peshawar - Ha provocato 20 morti e 25 feriti l'attentato suicida compiuto oggi a Charsadda, nelle zone tribali del Pakistan nord-occidentale prossime al confine con l'Afghanistan. E' quanto hanno detto esponenti del governo provinciale aggiornando il precedente bilancio di 14 morti fornito dal ministero dell'interno a Islamabad.

L'attentato è stato perpetrato contro un raduno dell'Awami National Party (Anp, opposizione), una formazione politica che rappresenta l'etnia pashtun. ll leader dell'Anp Afrasiab Khattak ha detto alla Tv Dawn di essere rimasto incolume. L'attacco è avvenuto nel pieno della campagna elettorale in vista delle consultazioni politiche e amministrative in programma per il 18 di questo mese. Le elezioni erano state inizialmente programmate per l'8 gennaio ma erano state poi rinviate per il fatale attentato del 27 dicembre ai danni della leader dell'opposizione Benazir Bhutto. Charsadda è situata a una trentina di chilometri dalla città di Peshawar.