Pakistan, attentato in un albergo È strage a Peshawar: 25 morti

Esplosione vicino alla moschea di Mahabat Khan nel centro della città, nel Nord-Ovest del Paese. Nella zona è attiva da mesi la guerriglia islamica

Islamabad - Almeno 25 persone sono rimaste uccise in un’esplosione avvenuta oggi vicino in un albergo nel centro di Peshawar, nel Nord Ovest del Pakistan. Lo ha annunciato la polizia locale. L’esplosione è avvenuta nell'hotel Mahrab, in un quartiere molto popolare della città pachistana, vicino alla storica moschea Mahabat Khan. La bomba era stata nascosta nella reception. Un responsabile della polizia ha confermato che 25 persone sono morte e "almeno 30 sono rimaste ferite nello scoppio avvenuto in una zona molto frequentata". Le cifre sono confermate da Asif Iqbal Daudzai, il ministro dell'Informazione per la provincia della frontiera con il Nord Ovest. Un funzionario di polizia, Sharif Virk, ha confermato le incertezze sulla natura dell’esplosione. "Non sappiamo se si sia trattato di un attacco suicida o se qualcuno ha posizionato un ordigno in hotel. Posso solo dire che si è verificata un’esplosione molto potente". La polizia ha riferito di avere fatto evacuare l’hotel, che si trova in un’area molto affollata della città. La zona adiacente alla struttura alberghiera è stata recintata, mentre è stata già aperta un’indagine. Secondo fonti di intelligence l'albergo era frequentato da cittadini afghani.

Attentati Dall’inizio dell’anno il Pakistan è teatro di numerosi attentati, attribuiti dalle autorità a militanti islamici che operano nelle zone tribali al confine con l’Afghanistan. Il 28 aprile un attacco suicida ha causato 28 morti e Sharsada, 20 km a nord est di Peshawar, durante un incontro pubblico nel quale è rimasto leggermente ferito il ministro dell’interno pachistano Aftab Sherpao.