Pakistan, è regolare l’elezione di Musharraf

Islamabad. La Corte suprema del Pakistan, epurata dei giudici ostili, ha respinto ieri l’ultimo ricorso dell’opposizione aprendo la strada al generale Pervez Musharraf, 64 anni, per il secondo mandato presidenziale di cinque anni. La decisione della Corte, scontata dopo il rinnovo del collegio dei giudici, arriva mentre Islamabad rischia, a causa dello stato di emergenza imposto il 3 novembre, la seconda sospensione dal Commonwealth da quando Musharraf prese il potere con un colpo di Stato militare nel 1999. L’opposizione è contraria a un nuovo mandato presidenziale del generale: è stato infatti rieletto nonostante non si fosse dimesso dalle Forze Armate.