Pakistan, scontri a Karachi: 45 vittime Ucciso politico al funerale in moschea

Raza Haider, deputato della maggioranza nell'assemblea provinciale del Sindh, ucciso durante le esequie della madre di un amico da quattro sicarii

Karachi - E' salito a 45 morti il bilancio delle violenti proteste avvenute a Karachi in seguito all' uccisione di un politico durante un funerale. Lo riferisce Dawn News, citando fonti della polizia e ospedaliere. Diverse persone rimaste ferite negli scontri di ieri sono morte nella notte. Il politico del partito MQM (Muttahida Qaumi Movement), Raza Haider, è stato assassinato ieri a colpi di pistola in una moschea, insieme alla guardia del corpo, mentre partecipava alle esequie della madre di un amico. Testimoni hanno raccontato che quattro uomini armati hanno aperto il fuoco contro il deputato dell'assemblea provinciale del Sindh per poi fuggire. L'uccisione ha provocato un'ondata di proteste violente con decine di auto date a fuoco e numerosi dimostranti che bloccavano le strade principali di Karachi.