Palamara striglia le toghe di piazza: «Basta esporsi»

«La legittimazione della magistratura non si conquista nelle piazze ma solo nelle aule di tribunale, durante i processi». Lo ha detto il presidente dell’Associazione nazionale magistrati, Luca Palamara, intervistato da Giovanni Minoli nella puntata «La storia siamo noi» in onda ieri sera alle 20,30 su Raidue dedicata ai magistrati caduti durante la lotta al terrorismo. «Noi da sempre abbiamo raccomandato prudenza e sobrietà e di evitare gli episodi di sovraesposizione mediatica - ha aggiunto Luca Palamara, dopo una domanda sul caso del pm di Palermo Antonino Ingroia - abbiamo raccomandato sempre massima attenzione a non farsi strumentalizzare». E sul cosiddetto circo mediatico-giudiziario Palamara ha aggiunto: «No al processo in tv, che però non è solo colpa dei magistrati. Ma chi sbaglia deve essere sanzionato». E sulla riforma della giustizia ha aperto un piccolo spiraglio: «Confrontiamoci, purché vada nell’interesse dei cittadini. Ma se il governo andrà avanti faremo sentire la nostra voce».