Palazzo Clerici svela il Mozart «milanese»

In occasione del 250° anniversario della nascita di Mozart, l'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi) ha organizza nella propria sede di Palazzo Clerici, nell’omonima via, una mostra dedicata al grande compositore austriaco: «Mozart a Palazzo Clerici - La vita e i viaggi del genio musicale di Salisburgo». L'esposizione è stata realizzata da Rudolph Angermüller per conto della Internationale Stiftung Mozarteum di Salisburgo e presenta una serie di documenti fotografici che documentano paesaggi, scorci d'ambiente, manoscritti musicali, frontespizi e ritratti di personaggi che fecero da contesto alla produzione artistica di Mozart durante gli anni 1769 - 1771 nei quali visitò Milano e stabilì con la città lombarda un rapporto particolare. Nel 1769 Wolfgang Amadeus, accompagnato dal padre Leopold, iniziò il primo dei suoi cinque viaggi in Italia. Dopo aver valicato le Alpi, il 23 gennaio 1770 giunge a Milano, città a cui il compositore rimase profondamente legato (la visitò per due volte ancora, nel 1771 e nel 1772). E proprio in Palazzo Clerici il giovane Mozart partecipò alla festa per le nozze tra il granduca Ferdinando d'Austria e Maria Beatrice d'Este. La mostra, a ingresso libero, sarà aperta (orario 10-18) da lunedì a venerdì 24 febbraio, domenica chiuso.