A Palazzo del ghiaccio l’asta degli «elefantini»

La città si prepara a salutare Elephant Parade e i suoi elefantini che hanno colorato le vie cittadine per due interi mesi attirando l'attenzione di grandi e piccini, appassionati d'arte, collezionisti e semplici curiosi. I Frigoriferi Milanesi, luogo di incontro e di scambio dedicato all'Arte e alla Cultura, accoglierà gli 80 esemplari nelle giornate di oggi e domani e permetterà al pubblico (gratuitamente, dalle 11 alle 17) di ammirarli tutti insieme da vicino, coglierne i dettagli e apprezzarne i tratti. Sarà possibile incontrare molti artisti ed acquistare le miniature autografate oltre che osservare il lavoro di restauro che verrà fatto in diretta. Pittori, designer, scultori nazionali e internazionali, personaggi famosi ed anche importanti Aziende, mossi da ispirazioni e idee tutte da scoprire, sono gli artefici delle opere. Ognuno ha voluto partecipare ad un progetto così importante e internazionale come Elephant Parade che, unendo arte e beneficenza, non conosce confini - ha infatti già toccato le città di Rotterdam, Anversa, Amsterdam, Londra, Heerlen e Copenhagen e, dopo Milano, dall'11 novembre sarà a Singapore -. Tutti gli elefantini saranno battuti all'asta, da Christie's, martedì 22 in una serata di gala a Palazzo del Ghiaccio - storico edificio milanese in stile Liberty, che vedrà la partecipazione di un pubblico internazionale - con oltre 400 invitati. Parte del ricavato sarà devoluto a due Fondazioni impegnate in nobili cause: The Asian Elephant Foundation, che combatte per la salvaguardia dell'elefante asiatico, mammifero che rischia di estinguersi entro i prossimi vent'anni e Fondazione Telethon.