Il palazzo della mafia ai cittadini

Uno stabile confiscato alla ’ndrangheta che viene (ri)consegnato ai cittadini. Accade a Buccinasco, dove al civico 17 di via Bramante nasce a nuova vita e viene trasformata un’ex pizzeria. Quello che era il covo della criminalità organizzata diventa «un polo socio-ambientale per la legalità» fa sapere il sindaco Loris Cereda: «Un bel progetto nell’interesse pubblico, che non ci pare poco. La nostra amministrazione si impegna in meno di due anni ad assegnare quattro volte tanto gli immobili confiscati rispetto a quanto è riuscita a fare l’ex giunta di sinistra». E in quella pizzeria abbandonata dal marzo 2003, oggi, trovano ospitalità cinque associazioni di Buccinasco oltreché uno sportello d’informazione per i residenti. Un impegno della giunta Cereda che pure attraverso laboratori e attività sul territorio «sta riportando nel comune a Sud di Milano quelli che sono i valori e i principi della legalità».