Da Palazzo Marino 5 milioni: «Più assistenza per gli anziani»

I FONDI Il Comune stanzia 450 euro al mese per gli over 70 accuditi da una badante

Trecento euro al mese di contributo per gli anziani assistiti in casa dai loro familiari, 450 euro per quelli assistiti da una badante.
È quanto prevede la delibera approvata dalla giunta di palazzo Marino, che stanzia 4 milioni e 800 mila euro per titoli sociali a sostegno delle famiglie con persone anziane non autosufficienti. «Per usufruire del titolo sociali - ha spiegato l’assessore alle politiche sociali, Mariolina Moioli - l’anziano deve avere più di 70 anni, oppure più di 60 con un’invalidità del 100 per cento, e limiti di reddito che vanno da 13.399 netti all’anno per famiglie composte da una sola persona a 39.527 per famiglie di 5 persone». Nel caso l’assistenza a domicilio sia fornita da un familiare il titolo è di 300 euro mensili, che sale a 450 euro se l’assistenza è data da una badante regolarmente assunta e a 600 euro se l’anziano assistito da una badante è solo, senza parenti prossimi.
L’amministrazione conta con questo provvedimento di sostenere l’assistenza domiciliare, alternativa a quella fornita direttamente dal Comune, di oltre 1670 anziani.
Deliberato anche uno stanziamento di 3 milioni e 660mila euro per erogazioni per gli anziani ospiti delle Residenze sanitarie assistite: avranno 120 euro al mese più la metà della tredicesima. Sono oltre 92mila gli ultrasettantenni soli seguiti dal Comune, che per interventi per gli anziani nel 2008 ha speso 100 milioni di euro. Tra i servizi: l’assistenza domiciliare per 5.247 persone, pasti caldi per 1.751 persone, buoni spesa per 1.053 persone, servizi di podologia per 638 anziani, soggiorni climatici per 1.491 persone.