Palermo: la nuova vita di Sant’Anna

Uno dei più importanti interventi di restauro che siano stati effettuati in Sicilia dal dopoguerra ad oggi è stato completato e il grandioso complesso monumentale dell’ex convento di Sant’Anna la Misericordia a Palermo, che comprende edifici dal ’400 al ’600, è tornato al primitivo splendore nell’ambito del piano di risanamento della parte antica della città. I quasi cinquemila metri quadrati costituiti dal quattrocentesco Palazzo Bonet e dall’adiacente convento francescano di origine seicentesca diventeranno un nuovo grande polo museale che comprenderà la Civica Galleria d’Arte moderna, la Galleria regionale di Palazzo Abbatellis e il Museo archeologico «Antonio Salinas». L’intervento di recupero, iniziato nel 2002, è costato 7,5 milioni di euro: sono stati restaurati lo scalone monumentale, i solai in legno, le superfici affrescate e le murature.