Palermo, il pari va stretto

da Palermo

Il Palermo si fa imporre l'1-1 dall'Ascoli, recrimina su due rigori non concessi dal mediocre Squillace, finisce in affanno una partita che con un po' di raziocinio avrebbe potuto tranquillamente vincere. Di contro l'Ascoli gioca in crescendo e approfitta di quel che il Palermo gli concede e nel finale si accontenta dell'1-1. La prima svolta al 36' quando Caracciolo finalizza una splendida azione Barone-Brienza. Ma nella ripresa Papadopulo è costretto a sostituire Corini con Codrea e la squadra rosanero finisce di ragionare. Codrea in pochi minuti si fa ammonire due volte. È il 21' e viene invitato a raggiungere gli spogliatoi. Cinque minuti dopo l'espulsione, il pareggio dell'Ascoli con Foggia che chiude in gol una punizione da 25 metri di Fini.