Da Palermo il ristoratore antiracket

Grazie a un accordo con Princi, panettiere calabrese, apre a Brera la storica Antica Focacceria S.Francesco di Palermo. Cinque generazioni nel segno del cibo da strada (e della tradizione siciliana), i primi passi nel 1834, il più clamoroso quattro anni fa quando Vincenzo Conticello, invece di pagare il pizzo alla mafia, si ribellò aiutando le forze dell’ordine in ogni frangente, fino alla condanna degli estorsori: «Quando uno mi chiede chi me lo ha fatto fare, si schiera subito contro le persone oneste. Le tasse vanno pagate allo Stato, non al racket. Io voglio una Palermo dove sia possibile fare impresa senza dovere essere attaccati, prigionieri della mafia. I miei panini alla milza, tipico cibo da strada, costano il doppio perché, qualità a parte, pago lo stipendio a 48 persone e non opero in nero. Chi sceglie me non fa solo una scelta gastronomica». I suoi piatti e i suoi vini, tutti rigorosamente anti-pizzo, sono proposti dalle 12 a mezzanotte, da lunedì a sabato: Princi diventa così un vero ristorante, non solo un’ottima panetteria con piatti pronti.