Palermo, Zamparini esonera Colantuono

Il presidente del Palermo si conferma "mangia allenatori". Dopo la sconfitta per 3-1 in casa dell'Udinese alla prima giornata e l'eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Ravenna caccia Colantuono (riassunto dopo essere stato esonerato la scorsa stagione). Arriva Ballardini

Palermo - A Zamparini prudono le mani. Non resiste. Quest'anno Colantuono è durato pochissimo sulla panchina del Palermo. Il presidente non ha concesso prove d'appello al suo allenatore. E' bastata l'eliminazione in Coppa Italia (4-2) dal Ravenna, squadra di serie B, e la sconfitta nella prima giornata di campionato (3-1) dall'Udinese. L'ex neo tecnico rosanero se ne va un'altra volta. La passata stagione gli era stato fatale il derby con il Catania. Quest'anno (nonostante la sfida con gli etnei fosse in calendario prima) Colantuono non vedrà nemmeno quella. Al suo posto arriverà Davide Ballardini, che l'anno scorso prese un Cagliari spacciato al termine del girone d'andata (i sardi non erano nemmeno in doppia cifra in classifica) e lo salvò brillantemente. Dirigerà il primo allenamento oggi pomeriggio. L'allenatore esonerato può consolarsi con un altro ricorso. La passata stagione fu richiamato dopo il derby di ritorno con il Catania. Magari risuccederà. Insomma, Zamparini li caccia poi avverte: "State in zona, sai mai servisse...". 

"Scelta del presidente" "La responsabilità della decisione è tutta mia". Zamparini ha svelato che la notizia dell’esonero di Colantuono non era nota agli altri dirigenti della società. "Anche il ds e l’ad hanno saputo tutto stamattina - ha spiegato Zamparini -. Sabatini si è un po' arrabbiato, ma a casa mia le decisioni le prendo io. Solo ieri sera, dopo due giorni di meditazione, ho deciso di cambiare allenatore. Dopo Udine abbiamo fatto un summit a Vergiate che non mi ha convinto. Ho riscontrato una mia mancanza di fiducia nel tecnico e nello staff, oltre che una pressione generata dallo staff che non faceva stare sereni me e la squadra". La virata su Ballardini, poi, specifica Zamparini, non è una improvvisazione. "Il tecnico che avevo individuato era stato contattato da altre società e lo avrei perso. Non so se sarà un’opportunità vincente, ma l’ho presa al volo".

E' il 27esimo esonero Record di esoneri per Zamparini. Sono in tutto 27 i tecnici licenziati o che comunque si sono avvicendati nel corso delle varie stagioni, sotto la sua gestione, sia al Palermo sia ancora prima al Venezia. Questo l’elenco completo degli allenatori esonerati da Zamparini: Venezia ’88/89: GB Fabbri per Cerantola Venezia ’89/90: Sabadini per Pasinato Venezia ’91/92: Marchesi per Zaccheroni e Zaccheroni per Marchesi Venezia '92-93: Maroso per Zaccheroni e Zaccheroni per Maroso Venezia ’94/95: Ventura (Maifredi, Geretto, Ventura, Rossi e ancora Geretto) Venezia ’95/96: Bellotto per Marchioro Venezia ’96/97: De Vecchi-Fontana per Bellotto, Bellotto per De Vecchi-Fontana Venezia ’99/00: Spalletti (Materazzi, Spalletti, Oddo) Venezia ’01/02: Buso per Prandelli e Magni per Buso Palermo ’02/03: Arrigoni per Glerean e Sonetti per Arrigoni Palermo ’03/04: Guidolin per Baldini Palermo ’05/06: Papadopulo per Del Neri Palermo ’06/07: Guidolin (Gobbo-Pergolizzi, Guidolin) Palermo ’07/08: Guidolin per Colantuono e Colantuono per Guidolin Palermo ’08/09: Ballardini per Colantuono.