Fermato con droga e soldi contanti: a casa scoprono piantagione

L'uomo proveniente da Amsterdam è stato fermato per un controllo dai finanzieri dell'aeroporto di Palermo, aveva soldi contanti e droga. A casa i militari scoprono che coltiva marijuana

É stato arrestato per coltivazione di marijuana, nell’ambito dei controlli volti al contrasto del traffico internazionale di droga dei finanzieri della Compagnia di Punta Raisi. I militari durante un controllo hanno sequestrato circa 30 mila euro e 7 dosi di marijuana. A finire nel mirino dei finanzieri è stato R.S., 37 anni, residente a Trappeto nel Palermitano.

Il passeggero proveniente da Amsterdam, con scalo a Milano Malpensa, è stato sottoposto a controllo presso lo scalo aeroportuale palermitano ed è stato trovato in possesso di 4 mila euro in contanti. Visti i precedenti in materia di sostanze stupefacenti, su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo, le Fiamme Gialle hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione dove, abilmente occultati in un comodino, sono stati rinvenuti assegni in bianco per circa 2 mila euro, denaro contante e marijuana essiccata. In casa anche una serra con flaconi fertilizzanti e tutto l’occorrente per la coltivazione delle piante di cannabis. Lo stupefacente, il denaro nonché i titoli di credito sono stati sequestrati ed il viaggiatore posto in stato di arresto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A partire dal mese di giugno, i finanzieri hanno effettuato oltre 700 controlli nei confronti dei passeggeri, provenienti soprattutto da Europa ed USA, sottoponendo a sequestro oltre 250 dosi di sostanze stupefacenti (hashish, marijuana ed eroina). Complessivamente, sono state segnalate alla Prefettura 100 persone per detenzione di sostanze stupefacenti (15 solo nella settimana appena trascorsa). Soltanto un mese fa, sempre i finanzieri di Punta Raisi, hanno effettuato un controllo su una passeggera proveniente da Parigi. La donna, grazie al prezioso ed infallibile fiuto dei cani Ugo ed Alex, è stata trovata in possesso di nove confezioni di hashish, occultata nelle parti intime, per un peso complessivo di oltre 20 grammi. Per la donna è scattata la denuncia a piede libero oltre al sequestro della sostanza.

Un altro passeggero è stato fermato invece con venticinque ovuli di eroina nello stomaco e una valigia piena di capi contraffatti. Nella valigia dell'uomo, un africano proveniente dal Kenia, sono state trovate calzature e capi di abbigliamento contraffatti. In particolare, durante il controllo, i militari visto lo strano comportamento e le condizioni dell’uomo, con il sospetto che potesse nascondere all’interno del proprio corpo ovuli contenenti droga, lo hanno sottoposto in accordo con l’Autorità Giudiziria, ad accertamenti radiologici presso il vicino ospedale di Partinico. L’esame ha confermato i sospetti dei militari: l’uomo nascondeva all’interno dello stomaco 25 ovuli, rivelatisi, dall’esame immediato attraverso Narcotest, contenere eroina per un peso complessivo di circa 350 grammi.