Migranti, l'europarlamentare Bartolo: "Decreti sicurezza da cambiare"

L'euoparlamentare del Pd Pietro Bartolo parla ai microfoni di Radio Cusano Campus e attacca ancora una volta i decreti sicurezza di Salvini

Questione migranti ancora al centro del dibattito politico. "Chiedo al nostro governo di intervenire immediatamente e fare in modo che queste persone scendano dalle navi", così Pietro Bartolo, europarlamentare del Pd parla ai microfoni di Radio Cusano Campus, in merito alla vicenda delle navi Alan Kurdi e Ocean Vikings bloccate da giorni nel Mediterraneo.

"Quando sento dire che quelle persone stanno bene ci si dimentica che anche il disagio psichico è una malattia - aggiunge -. Quelle sono persone che sono state torturate e violentate. Io lo posso dimostrare questo perchè sono 30 anni che sono dentro questa cosa. Mentre sento parlare tanti che sono seminatori di odio e non hanno mai conosciuto queste persone", sottolinea Bartolo, noto per essere stato il responsabile delle prime visite mediche ai migranti che sbarcano a Lampedusa.

"Mi auguro e farò di tutto - aggiunge - affinché i decreti sicurezza vengano cambiati immediatamente perchè sono incostituzionali. Tutte le volte queste persone alla fine sono sbarcate quindi è tutto tempo perso inutilmente, anche perché si parla di persone che soffrono e non di numeri. Sono certo che questo governo cambierà le regole perché è disumano pensare che salvare persone sia un reato".

Intanto arriva la notizia che la Ocean Vinkings ha tratto in salvo altre 34 persone, ad annunciarlo è Medici Senza Frontiere, che spiega: "L'imbarcazione - che due giorni fa ha già salvato 50 migranti - ha accolto a bordo altre persone che si trovavano a bordo della barca a vela Josefa. Il natante si trovava in difficoltà in seguito al peggioramento delle condizioni climatiche in mare. Tra i 34 salvati ci sono anche una donna incinta e un bimbo di un anno.