Gli nega l'utilizzo della carta del reddito di cittadinanza: lui le rompe il naso

A raccontare di essere stata picchiata una donna di 35 anni giunta al pronto soccorso con il naso rotto e un trauma facciale. Il compagno dovrà rispondere di maltrattamenti e lesioni gravi

Si rifiuta di consegnargli la carta del reddito di cittadinanza e il compagno la picchia rompendole il naso. É il racconto di una donna di 35 anni, che alcuni giorni fa si è recata al pronto soccorso dell'Ospedale Buccheri La Ferla di Palermo raccontando si essere stata picchiata. Sul posto dopo la segnalazione dei medici è arrivata la polizia.

Secondo la ricostruzione, la donna temendo che il compagno con cui vive nel quartiere Brancaccio, potesse sperperare i soldi accreditati del reddito di cittadinanza, ha negato all'uomo la possibilità di utilizzare la carta prepagata. Questo avrebbe scatenato l'ira del 37enne che le avrebbe sferrato un pugno al volto rompendole il setto nasale. Gli agenti hanno inviato un'informativa alla Procura e, sulla scorta degli elementi raccolti dagli inquirenti, il pm ha emesso un decreto di fermo nei confronti dell'uomo per maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi. Questa mattina, il provvediemento è stato eseguito dagli agenti del commissariato Brancaccio, che hanno rintracciato l'uomo nei pressi della sua abitazione. La donna è stata dimessa con una prognosi si 25 giorni.