Palermo calcio, Orlando ha scelto la Hera Hora di Mirri e Di Piazza

Da oggi il Palermo cambia proprietà, si chiude definitivamente l'era Zamparini e si apre un ciclo con la Hera Hora srl

La Hera Hora srl è la nuova proprietà del Palermo calcio. La decisione è arrivata poco dopo le 17.45 attraverso una conferenza stampa indetta dal sindaco Leoluca Orlando. La Hera Hora è la societa veicolo legata al nome di Dario e Daniele Mirri proprietari della Damir, e dell'Italoamericano Tony Di Piazza, immobiliarista di origine siciliane.

La nuova proprietà ha dato evidenza dei fondi e del business plan per i prossimi tre anni. All'imprenditore pubblicitario palermitano Mirri e al socio italo-americano Di Piazza è stato dunque affidato il titolo sportivo e l'iscrizione della squadra al campionato di serie D. Sono rimaste fuori la Palermo FBC 1900 (presidente Sergio di Napoli), Cuore Rosa Nero (di Lucio Messina, Viaggi del Perigeo Roma, 4 società e tre professionisti), Holding Max riconducibile al presidente della Samp Massimo Ferrero, Palermo football Club (dei soci della Società Capri srl Napoli), e gli arabi della Zurich Capital funds di Londra. "Il Sindaco, per una più ampia consultazione possibile, ha invitato ad esprimersi sui contenuti anche il presidente Leonardo Guarnotta, il Consulente allo Sport Carlo Vizzini, l’Ingegnere Cesare La Piana, il Capo di Gabinetto Licia Romano, il Francesco Scuderi e l'avvocato Leonardo Di Franco Responsabile della promozione della Città in Staff al Sindaco. In esito all’approfondito esame analitico della documentazione, il Sindaco, sentito il parere del Presidente Guarnotta, ha quindi ritenuto di individuare fra le proposte oggetto della valutazione, quella della Hera Hora S.r.L"in base ai risultati della valutazione, come da scheda allegata. Il Sindaco, sottolineando l’importanza di tale scelta, auspica il più ampio coinvolgimento della città nelle scelte future della Società individuata, che proporrà alla F.I.G.C. per l’iscrizione della squadra nel campionato di serie D 2019/2020".
Il sindaco, sottolineando l'importanza di questa scelta, ha auspicato "il più ampio coinvolgimento della città nelle scelte future della società individuata", anche con forme di azionariato popolare. A questo punto il primo cittadino proporrà Hera Hora alla Figc per l'iscrizione della squadra nel campionato di serie D 2019/2020. Il 29 luglio alle 15 è il termine ultimo fissato dalla Federazione gioco calcio, per gli adempimenti necessari da parte della società prescelta. "Ci siamo presi una responsabilità di questa scelta in un contesto in cui il calcio in città era morto dopo le tante mortificazioni subite. Certo la D non è la A ma mi auguro che possa essere una buona ripartenza. Mi auguro che la Herahora possa far tornare un entusiasmo per il calcio in questa città corrispondente all'amore che noi palermitani abbiamo per la squadra di calcio e i colori rosa nero - ha aggiunto il sindaco che ha voluto ringraziare tre volte la tifoseria - per il comportamento civile tenuto in questo momento, ancora più apprezzabile dato le mortificazioni che abbiamo subito in questi ultimi tempi".