Un'altra scissione nel Pd, dalla Sicilia parte il New Deal

Gli scissionisti dell'ex Pd siciliano Raciti e Rubino danno vita ad un nuovo partito chiamato profeticamente New Deal

New Deal è l'associazione che il parlamentare nazionale del Pd, Fausto Raciti, ha presentato nel corso di una conferenza stampa, a Palermo, insieme ad Antonio Rubino. L'ennesima scissione in seno ad un partito democratico ormai lacerato e con la fuoriuscita di Matteo Renzi. "Basta con i pacchetti di tessere, abbiamo bisogno di un partito di iscritti veri. Il Partito Democratico siciliano va ricostruito in modo crhiaro e trasparente, per questo chiediamo al commissario un tesseramento esclusivamente online", ha detto Antonio Rubino, membro dell'assemblea nazionale del Pd e portavoce di New Deal, nel corso dell'incontro al teatro Massimo di Palermo. "Il Pd va rivoltato come un calzino - ha aggiunto - ha bisogno di un cambiamento radicale. Per questo lanceremo 'New Deal', nove iniziative territoriali in grado di stimolare una vera e propria ricostruzione di un partito che non esiste più".

Dello stesso avviso il deputato del Partito Democratico, Fausto Raciti, che è intervenuto sulla scissione dell'area renziana dal Pd: "Vogliamo essere la barca corsara che attraversa tutto il centro sinistra colmando la disgregazione a cui stiamo assistendo, anche perchè non siamo tra quelli che considerano chi ha lasciato il PD un avversario o un nemico da abbattere. Ci dissociamo dalla indifferenza e dalla malcelata felicità con cui molti hanno reagito a questa notizia. Anzi, capiamo il loro travaglio e siamo convinti che anche con loro dovremo costruire ponti di confronto e comunicazione".

Il Pd ha bisogno di essere rivoltato come un calzino scandisce Raciti. Anche perché Italia Viva, la nuova formazione creata da Matteo Renzi, "inevitabilmente sarà in competizione con noi e non ha senso chiudersi in una quotidiana contesa politica. Il nuovo soggetto politico fa parte della maggioranza di Governo e inevitabilmente è un nostro interlocutore". La scissione provocata da Renzi eè un avviso per glia versati politici. "Il nostro è un partito anchilosato, che ha bisogno di rinnovare profondamente se stesso e la sua proposta politica". Ecco perché secondo il parlamentare nazionale "conterà sempre di più la capacità del partito di mettere in campo facce e proposte nuove, di non dare la percezione di essere un partito che serva solo a traghettare il solito gruppo di persone dentro le istituzioni e dentro il parlamento".

Commenti

bernardo47

Dom, 22/09/2019 - 20:32

faraone?

vince50

Dom, 22/09/2019 - 20:56

Pecoroni allo sbando,speriamo possano essere il nulla a breve termine.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 23/09/2019 - 00:32

Frantumazione in corso..

Giorgio Rubiu

Lun, 23/09/2019 - 09:27

Renzi insegna. Adesso tutti i comunisti vogliono avere il loro piccolo partito di sinistra che non sia PD. Un'operazione di mimetismo per attrarre un numero di seguaci sufficienti a farsi chiamare partito ed ottenere le sovvenzioni statali previste. Il denaro, non l'interesse per il Paese, è la molla che fa scattare il meccanismo scissionistico!

Cheyenne

Lun, 23/09/2019 - 10:32

altri che sono rimasti fuori dalla mangiatoia

Ritratto di Artù007

Artù007

Lun, 23/09/2019 - 10:46

A quando l'estinzione???

Calmapiatta

Lun, 23/09/2019 - 11:06

Pertanto, grazie alla volontà granitica dle colle di evitare le elzioni, sinonimo di caos, abbiamo un governo retto da un parito in pieno disfacimento, oggetto di abbandoni eccellenti e id scissioni, un partito che, pur di evitare il giudizio "democratico" del paese, è sceso ai più bassi compromessi politici, e, un'altro, che non esiste e i cui rappresentanti sono entrati in èarlamento con i voti di altri...ma roba da ridere...

bernardo47

Lun, 23/09/2019 - 11:07

Faraone vada a lavorare! Vergognati,hai rovinato la scuola!

Valvo Vittorio

Lun, 23/09/2019 - 16:15

Il personaggio in questione ignora la storia del PD sin dai fatti di Livorno! Che studi e dopo potrà affermare quante scissioni sono state fatte.