La Palin diplomatica non convince i giornali americani

Washington. Non ha convinto molto la prima «performance» sul palcoscenico della politica internazionale di Sarah Palin. Volata a New York per l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la candidata vicepresidente repubblicana ieri ha avuto una serie di incontri diplomatici con vari capi di Stato, tra cui il presidente colombiano Álvaro Uribe, quello afghano Hamid Karzai. Ha incontrato anche l’ex segretario di Stato americano Henry Kissinger. Il giorno dopo, i mass media hanno dimostrato però di non aver preso troppo Palin, già attaccata in passato per la sua inesperienza in affari esteri. Sul New York Times, la nota editorialista Maureen Dowd intitola il suo commento «La diplomazia di Park Avenue».