Palinsesto autunnale

Ditemi chi immaginava che l’autunno caldo l’avremmo avuto per via di Beppe Grillo: a sinistra c’è chi pensa di avere il copyright su ogni colore e per quest’anno il cartellino verrà timbrato con la manifestazione del 20 ottobre, quella contro l'accordo su welfare e pensioni, il governo che insomma contesta se stesso. Ma accade un altro sacco di roba. Sabato a Roma c’è la manifestazione indetta da Daniele Capezzone e dal suo movimento «Decidere» contro la controriforma delle pensioni e vi aderiscono tantissime organizzazioni soprattutto giovanili. Il 6 settembre sempre a Roma ci sarà il primo meeting dei Circoli della libertà di Michela Vittoria Brambilla con ospite Berlusconi, e forse capiremo di più. La discussione sul partito unico intanto pare non solo accademica, e c’è ancora Berlusconi che non esclude una mega-manifestazione per i primi di dicembre. E mentre a destra c’è Storace che fonda una nuova forza, a sinistra c’è il noto psicodramma del Partito democratico e della neonata Cosa rossa: quindi le primarie, i candidati, il gruppo «imille» che contesta le gerontocrazie, il veltronismo trasversale, la tegola di Grillo che scompagina le smanie manovriere del Corriere, c’è di tutto. Abbiate sfiducia.