In palio ogni mese 20mila euro

Uno dei punti di forza della rete dei Consulenti è la televisione aziendale. Banca Mediolanum, quindici anni fa, è stata la prima realtà a sperimentare questo innovativo ed efficace strumento di comunicazione e formazione e al tempo stesso di motivazione delle risorse. Da oggi, se pur nel segno della continuità, la tv conosce una nuova stagione con un restyling nei format e nei contenuti.
"L'obiettivo, - spiega Giuseppe Mascitelli, amministratore delegato di Mediolanum Comunicazione, la società del Gruppo che gestisce gli eventi, la TV Aziendale e Mediolanum Channel - è di arricchire ulteriormente le trasmissioni costruite per la rete dei consulenti con notizie ed argomenti utili alla stessa rete. A un primo cambiamento aveva già contribuito Vision, l'appuntamento che si rivolge e vede protagonisti supervisori e manager (e collaboratori del loro team); dopo di che è stata la volta di Key moments, il programma pensato per anticipare i problemi del mercato finanziario e portarli all'attenzione dei promotori".
Ma tutto questo ancora non bastava. Se Banca Mediolanum, con l'impiego della tecnologia ha portato la banca a "casa" di ogni cliente, consentendogli di scegliere quando e con quale mezzo effettuare un'operazione bancaria, la tv aziendale oggi si attrezza e impara a sfruttare oltre al satellite altri supporti.
"La piattaforma tecnologica è stata completamente ridisegnata, cercando di coniugare comunicazione interna, tv aziendale e web - continua Mascitelli - d'ora in poi, infatti, grazie ad Internet e alle sue potenzialità, ogni consulente potrà seguire i programmi della tv dal proprio pc portatile, tramite l'Adsl ma anche utilizzando un comune modem".
A riprova, tra le new entry contemplate dal palinsesto, figura anche Community, un programma che si propone di mettere a disposizione della rete la lunga tradizione e cultura maturata negli anni dalla Banca nel settore della comunicazione, ricorrendo a filmati, video per fiere ed eventi, testimonianze di esperti, e ancora rassegne stampe con articoli tratti dai principali quotidiani italiani ed esteri.
Per ogni consulente, però, la settimana lavorativa comincia con la riunione del lunedì quando i supervisori riuniscono i propri collaboratori imprenditori per programmare il lavoro, incontro legato a doppio filo con la tv aziendale. Ecco allora che, per rompere la routine e dare il via alla settimana con la carica e lo stato d'animo giusto, dopo 790 puntate viene rivisitato lo storico notiziario che anticipa la riunione. Arriva così Good Monday Mediolanum con l'inserimento di nuovi volti alla conduzione, l'unico programma tele-radiofonico, in cui le voci sono particolarmente curate in quanto deve potersi "ascoltare ad occhi chiusi", una volta scaricato su cd o mp3 e sentirlo così in ogni momento.
La carta vincente di Banca Mediolanum è stata però quella di completare la "multicanalità" con la professionalità dei consulenti, i soli in grado di gestire le emozioni del risparmiatore, orientandolo nelle sue scelte di investimento rispettando la regola delle 5D, delle cinque diverse linee di diversificazione degli impieghi finanziari. La consulenza è perciò il patrimonio di Banca Mediolanum, il suo "marchio" di fabbrica e di qualità, di qui l'avvento della trasmissione battezzata con il nome Mediolanum Made.
La sfida della "bancarizzazione", però, l'essere banchieri del III millennio è fondamento essenziale della professione di consulente; ecco allora che per approfondire i temi legati alla quotidianità della Banca debutta HT3, che sta per Hi tech, hi touch,hi truth.