Palladino al Genoa, si fa giovedì La Sampdoria riprova per Cacia

Le visite mediche per l’esterno bianconero e poi la sospirata firma

Ora ciò che separa il Genoa da Palladino è il lettino di un infermeria. Se infatti le visite mediche in programma giovedì nel capoluogo ligure diranno che è integro verrà posta finalmente la firma che legherà l'esterno d'attacco alla società rossoblù per la prossima stagione.
La giornata di ieri, che sembrava inizialmente quella risolutiva, si è in realtà rivelata interlocutoria per gli ennesimi cavilli sorti nella trattativa sul prolungamento del contratto tra il giocatore e la Juventus.
In mattinata in sede a villa Rostan era anche piombato il procuratore di Palladino, Giuseppe Bozzo. E tutto lasciava presagire che nel pomeriggio sarebbe arrivato il calciatore per porre la firma al contratto. Ma Bozzo si è invece spostato a Milano dove con i dirigenti bianconeri ha puntualizzato quegli aspetti sul prolungamento che, a suo avviso, erano ancora da chiarire. Il nuovo contratto in scadenza nel 2012 prevede infatti premi e incentivi a seconda degli obiettivi raggiunti anche con la maglia del Genoa. La società rossoblù investe sul giocatore 5,5 milioni di euro diventando la proprietaria della metà del cartellino.
Lo slittamento della sua firma che ora, «è solo una questione burocratica» come sottolineato dallo stesso Bozzo, ha impedito di ufficializzare anche la conferma in rossoblù di Paro e Criscito e forse anche di quell'Olivera che è tornato repentinamente d'attualità.
In uscita c'è invece da registrare la conferma di Andrea Masiello al Bari.
Ieri la società pugliese ha infatti ufficialmente esercitato il diritto, che si era già garantita nella sessione del mercato invernale, per trasformare il semplice prestito in una comproprietà. Il ventiduenne, molto gradito da Gasperini, resta dunque in Puglia ancora per un anno.
Intanto a proposito di difesa dalla Francia è arrivata la notizia di un interessamento rossoblù per il giovane, ventenne, francese, Steve Pinau del Monaco che si svincolerebbe a parametro zero.
Sul fronte rossoblù prosegue a gonfie vele la vendita degli abbonamenti che ha toccato quota diecimila. La Nord è andata subito esaurita, mentre ora sono in vendita le tessere di gradinata Sud, Distinti e Tribuna per chi era già abbonato nella scorsa stagione.
SAMPDORIA. L'amministratore delegato Beppe Marotta ha confermato l'interesse nella soluzione delle comproprietà vedi Cacia tra Fiorentina e Sampdoria e Abate tra Milan ed Empoli. Mentre per la linea verde piace il trequartista serbo Alen Stevanovic, classe 1991, sul quale oltre ai blucerchiati ci sono anche le attenzioni di Juventus e Catania.