Pallamano europea Desio domina il trofeo per i club

Seregno per tre giorni si è trasformata nella capitale d’Europa della pallamano con il torneo internazionale che da 23 anni calamita nella città brianzola le più forti squadre continentali di club. Gli sforzi del presidente-fondatore Angelo Massari, che ha fatto del torneo di Seregno la più importante manifestazione italiana, sono stati ben ripagati perché la formazione locale con in panchina il nuovo allenatore, il croato Milenko Kljajic, in finale ha battuto 31-17 l’HC Cassano Magnago in un infuocato derby tutto lombardo, lasciandosi alle spalle gli sloveni dello Jadran Kozina, i tedeschi del Tv Spaichingen (presenti con due squadre), gli svizzeri del Ktv Visp e gli estoni del Kehra Tallin. L’altra grossa novità è che il Seregno, attualmente militante in A2, punta al vertice della pallamano italiana con un programma quadriennale che, grazie al nuovo sponsor Maxibba Communications prevede nel 2012 la conquista dello scudetto. Ed è stato lo stesso Massimo Ibba, nuovo presidente con il carismatico Massari a dare la bella notizia al sindaco Giacinto Mariani e al folto pubblico presente: «Nei prossimi due anni puntiamo alla A1, poi negli altri due cerchiamo il sogno scudetto».