Pallanuotisti con il vizio della boxe

Rissa al Porto Antico tra la nazionale canadese e un gruppo di genovesi

Rissa da far west, la notte scorsa all’esterno del locale «Rosa dei venti» nell’area del Porto Antico di Genova. Quattro pallanuotisti della nazionale canadese, a Genova per partecipare alla World League conclusasi ieri, sono rimasti coinvolti l in una rissa con un gruppo di giovani genovesi armati di tronchese e di un manganello telescopico. L’episodio è avvenuto introno alle tre del mattino, a dare l’allarme è stata una guardia giurata che ha chiamato il 113. Sul posto sono poi intervenuti i poliziotti della squadra volanti della questura. Non è stato appurato il motivo all’origine della lite.
Per ricostruire l’origine della lite e gli atti di violenza tra le persone coinvolte sono state utili le telecamere del circuito di vigilanza interna del Porto Antico. Tutti sono stati denunciati per rissa. Due degli italiani, di 30 e di 32 anni, dovranno rispondere di rissa aggravata perché ripresi con in mano rispettivamente un tronchese ed una cintura. Il primo dei due è stato denunciato anche per porto senza giustificato motivo di oggetti atti ad offendere perché il tronchese e il manganello telescopico erano stati estratti dalla sua auto. Gli oggetti erano stati poi gettati sotto un auto e sono stati recuperati dalla polizia.
Uno degli italiani, di 34 anni, ha riportato una ferita al naso ed è stato medicato all’ospedale San Martino e dimesso con una prognosi di 10 giorni. I canadesi hanno rifiutato le cure. L’allenatore, raggiunto presso l’albergo dove alloggiavano, è stato avvertito dalla polizia e si è presentato con i loro documenti.