Pallanuoto Savona-Pro Recco lo scudetto è derby

Sarà una finale tutta ligure, quella del campionato di pallanuoto 2009/2010. Savona e Recco, vincendo entrambe gara -2 di semifinali, hanno conquistato l'accesso alla finalissima. Come già accadde nel lontano 91/92. Ed allora s'imposero i savonesi.
A Napoli partita double face per un Savona «corsaro», che vince 8-7 (2-2, 3-0, 0-4, 2-2): partenza sprint per i liguri che, pur incassando la prima rete del match, reagiscono alle tenendo bene la formazione napoletana.
Il Posillipo non ci sta e mostra di voler andare a gara -3. E così è: chiusa in parità la prima frazione, i padroni di casa effettuano un break di tre reti, avvantaggiati anche da distrazioni pesanti dei biancorossi. Savona statico, conclusioni individuali forzate la causa di una debacle inaspettata. «Abbiamo gestito malissimo la gara» commenterà a fine partita Mistrangelo.
Ma nel terzo tempo la situazione viene clamorosamente ribaltata, con i liguri che rimettono in perfetta parità il risultato: gara adesso avvincente, che infiamma i circa 700 presenti nella monumentale vasca napoletana. Si è capito subito che la gara si sarebbe grazie ad esperienza e tenuta. Così è stato: il Savona ha realizzato l'ottava rete con ed è in finale. Da segnalare le doppiette di Goran Fiorentini e Janovic.
È un Recco diverso dal solito, quello sceso al palasystema di Brescia. Non parte frenata la formazione di Porzio, anzi, caricata dalle polemiche del dopo gara -1 i biancocelesti si portano sul 3-0 a metà gara. Quindi c'è ancora tempo per la quarta rete di Benedek, per arrivare a 5'05" del terzo tempo per vedere la prima rete dei bresciani. Ma la gara, di fatto è già chiusa con i liguri che s'impongono 7-5 (0-1, 0-2, 2-1, 3-3).
Nelle semifinali per i piazzamenti dal 5° all'8° posto, il Bogliasco cede in casa con la Lazio (9-11), mentre il Nervi ha dovuto arrendersi alla Florentia per 10-9.