Palle di neve e cartoline: i collezionisti vanno in rete

Ci sono anche collezioni virtuali come quelle di farfalle grazie al sito dedicato

da Milano

Il proliferare delle aste on-line e dei siti di compravendita di oggetti di qualsiasi tipo ha ampliato notevolmente l’orizzonte dei collezionisti. Tra gli oggetti più gettonati le palle di neve. Ne esistono davvero tantissimi modelli e basta fare un salto su eBay (www.ebay.it) per rendersene conto. Quello più inquietante ha come soggetto dominante un teschio dal ghigno famelico. Il prezzo è adeguato: ben 16,36 euro.
Ma le collezioni di palle di neve non sono certo le più strane. Tra gli articoli più gettonati ci sono le lamette da barba, rigorosamente scambiate e collezionate, come se fossero preziosi francobolli alla stregua del Gronchi Rosa. Una collezione di 240 pezzi può costare fino a 150 euro, ma una singola confezione, come le «rotobart», viene via per non meno di 39,99. Ma non finisce qui, basta digitare una parola qualsiasi nel motore di ricerca presente nella home page di eBay, per vedere comparire decine di oggetti da collezione. Vale anche per le bustine di zucchero. Sono presenti intere collezioni a tema, vuote o piene.
Curiosamente il prezzo sembra non risentire del fatto che sia ancora presente il contenuto di zucchero o meno, vale probabilmente lo stato di conservazione. I prezzi arrivano anche a 12 euro per un lotto di 50 bustine ispirate, ad esempio, alla storia israeliana.
Ma i collezionisti di zucchero possono rivolgersi anche a siti monotematici come www.nonsolozucchero.com. Vale poi la pena di sottolineare come la tecnologia abbia irrimediabilmente modificato le tecniche di corteggiamento. Una volta si invitavano le ragazze a vedere le collezioni di farfalle sotto vetro, oggi i lepidotteri sotto vetro sono sempre più rari quindi si ripiega sulla collezione on-line, al sito http://butterflywebsite.com. Non è dato sapere se funzioni altrettanto bene, però ha un grosso pregio: non costa nulla.