Per una pallonata la massacrano a calci e pugni

L’hanno massacrata di botte dopo che si era rifiutata di «fare quattro tiri a calcio» con loro. Per questo le hanno prima tirato una pallonata in faccia poi, di fronte alle sue proteste, l’hanno presa a calci e pugni lasciandola a terra con una gamba rotta. È successo l’altra notte in piazza Caricamento, nel centro storico di Genova, una delle zone più frequentate da cittadini stranieri, vittima una studentessa colombiana di 24 anni. «Avevano circa vent’anni ed erano stranieri - ha detto agli agenti -. Mi hanno chiesto se volevo giocare con loro, ma io ho rifiutato e ho cercato di allontanarmi». Invece ha ricevuto una pallonata in faccia e poi le botte. La ragazzaè stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Galliera, dove le è stata diagnosticata la rottura della tibia e del perone, e una prognosi di 30 giorni.