È il pallone ad avvicinare padri e figli

da Berlino

Da sede della Berlinale a capitale dei prossimi mondiali di calcio, Berlino vezzeggia i tifosi con Warum Halb Vier? («Perché alle tre e mezza?»), di Lars Pape, nella sezione sul cinema tedesco. Un film documentario, di interviste a celebri personaggi, che dicono la loro su uno sport che gli riempie il cuore e le domeniche allo stadio.
Ma ciò a cui Pape dà più risalto - con fine tenerezza - è proprio la sintonia tra padri e figli legati da una passione. È il caso di Joachim Król - volto noto anche in Italia per la serie Un poliziotto a quattro zampe - che nello stadio di Hannover, ricorda commosso le domeniche di appassionato furore sugli spalti col papà negli anni Settanta. O un episodio con la madre, quando in cinta del fratello venne salvata dalle due tifoserie unite durante uno scontro. E dice Król: «Il calcio è come il sole, la luna e le stelle: c’è sempre stato». Colpisce il commento di un ragazzo di quindici anni: «È la società che entra negli stadi, non sono gli stadi a produrre i cittadini. Quindi sarebbe meglio lasciar fuori chi non merita di divertirsi». Poi si racconta Rudi Voeller ex della nazionale di calcio tedesca, i grandi guadagni e la critica all’inclemenza della stampa sportiva quando una stagione non va come dovrebbe...