Un palmare per dare i farmaci al paziente

Il medico prescrive la medicina attraverso un palmare e l'infermiere legge la nota sul braccialetto del paziente. È un progetto avviato dall'ospedale Galliera attraverso un finanziamento della Regione Liguria. Il collegamento informatizzato tra la prescrizione medica e la somministrazione infermieristica del farmaco al paziente dovrebbe eliminare i rischi di errore terapeutico, che secondo i dati statistici oscillano tra il 6 ed il 10% delle somministrazioni, con sei livelli di impatto d'errore, che nei casi più gravi possono portare anche al decesso del paziente. «Il progetto - spiega il direttore generale Adriano Lagostena - richiede una particolare attenzione nella gestione del cambiamento. Questo, non solo, ci permetterà di tracciare e monitorare il percorso del farmaco dalla prescrizione alla somministrazione di ogni singola dose erogata al paziente, ma ci consentirà di creare un prezioso archivio dati per le successive analisi epidemiologiche da utilizzare per la definizione dei protocolli terapeutici». Nel concreto il medico prescriverà il farmaco al paziente tramite strumenti hi-tech come il palmare. Un software dell'ultima generazione gestirà il percorso della medicina abbinata al singolo paziente, il quale sarà dotato di un braccialetto identificativo collegato in tempo reale alla terapia farmacologica indicata nella cartella clinica. La terapia, preparata a bordo letto del paziente verrà somministrata previa lettura ottica del braccialetto.