Un palmare formato cellulare

Mark Perna

A prima vista sembra un cellulare, di dimensioni sufficientemente contenute e dall’aspetto piacevole. La sorpresa arriva una volta acceso. L’aspetto del menu principale evidenzia subito le differenze rispetto ai telefonini tradizionali. Le icone e le funzioni sono quelle di un palmare, ma tenendolo in mano si ha la sensazione di continuare ad avere un cellulare. È proprio questo il segreto dell’Xplore M68. Confrontandolo con altri smartphone, il dispositivo importato in Italia da WiDiNet, ha il vantaggio non solo di essere perfettamente tascabile, ma soprattutto di funzionare come un vero palmare. Il suo punto di forza risiede infatti nell’utilizzo del collaudato sistema operativo Palm OS (nella nuova versione 5.4 Garnet). Messo alla prova nelle fasi critiche come il collegamento al Pc, la sincronizzazione dei dati, la lettura degli allegati in posta elettronica e l’aggiunta di programmi ad hoc, ha dimostrato di non temere confronti con prodotti più affermati. A tratti è apparso leggermente lento, ma una simile imperfezione può essere ignorata considerando i benefici derivanti dall’integrazione in un solo dispositivo delle funzioni di telefono cellulare e computer: praticità, risparmio di spazio e peso, trasportabilità. Ideale per businessman, si difende anche durante la pausa lavoro permettendo di accedere alle funzioni di riproduzione Mp3, lettore video e fotocamera da 1,3 megapixel. La ricca dotazione di base è completata ovviamente dalla presenza del Bluetooth e dalla disponibilità di uno slot per schede Sd. Il prezzo è di 399 euro.