Palombo: «Bene Mourinho subito, saranno in rodaggio»

Le preferenze le avevano già espresse: Mazzarri avrebbe voluto incontrare una grande «Perché all'inizio sono ancora in fase di rodaggio», mentre Angelo Palombo aveva detto no al derby alla prima giornata. Sono stati accontentati entrambi. Una squadra più forte alla prima non si poteva proprio incontrare. Arriva l'Inter e alla fine, calendario alla mano, i blucerchiati dal ritiro di Moena abbozzano un sorriso ironico: «Poteva andare peggio». L'addetto stampa Alberto Marangon l'aveva detto: «Becchiamo Mourinho». Insomma… ha portato bene.
Da Roma il primo commento è quello dell'amministratore delegato Beppe Marotta: «Un inizio importante che ci servirà per testare le qualità della squadra, troveremo la principale candidata alla vittoria dello scudetto». Poi Lazio e Chievo. Non facile come inizio e sotto Natale ci sarà il derby: «Vediamola, questa Inter. Tutto sommato sapere di incontrare subito una squadra così forte può essere uno stimolo importante, anche perché non abbiamo alcuna intenzione di fare brutta figura davanti ai nostri tifosi alla prima giornata», commenta capitan Palombo. Mazzarri la prende con filosofia: «Partenza in salita, ma intanto dobbiamo incontrarle tutte. Comunque l'Inter alla prima giornata non mi dispiace affatto, all'inizio le grandi squadre faticano un po' di più».
Poi proprio Palombo è tornato a parlare del suo contratto: «Non sono stato promesso ad alcuna società e non è vero che il prossimo anno andrò via. Non ci saranno problemi per il rinnovo del mio contratto e non ho fretta. Adesso voglio solo pensare a fare bene per la Samp e magari a guadagnarmi un posto in Nazionale».