Palombo, la doppietta e la mezza promessa

Non è stata solo la doppietta a rendere felici i supporter sampdoriani. Neanche il gol di Denis a tempo scaduto, ha reso meno gioiosa una domenica particolare per tutto l'ambiente doriano. «Voglio restare e sposare il loro progetto», parole e musica del capitano Angelo Palombo al termine della prima doppietta della sua cariera. Il capitano dopo la seconda rete è corso verso la Gradinata Sud ed ha fatto il segno del cuore verso i tifosi. Segnale forte che vale più di tanti discorsi. Tutto lascia dunque presagire che nella Sampdoria del futuro ci saranno Palombo, Pazzini e Cassano. Archiviato la sfida con il Napoli non senza polemiche sull'arbitraggio, dove il direttore generale Beppe Marotta ha chiesto più attenzione anche in vista della gara di ritorno di Coppa Italia, i blucerchiati si ritrovano in giornata per preparare la sfida di sabato a Lecce dove mancherà Campagnaro che sarà squalificato. Da verificare poi le condizioni del difensore Raggi, uscito anzi tempo per un lieve fastidio al flessore, mentre per Stankevicius si valuterà solo giorno dopo giorno. Al termine dell'allenamento la Sampdoria al gran completo si recherà all'Istituto Giannina Gaslini per consegnare ai bambini le uova di Pasqua.