Palpeggia ragazza, genovese in manette

Un genovese di 45 anni è finito in carcere con l’accusa di violenza sessuale aggravata per aver palpeggiato una ragazza di 18 anni sul treno. L’aggressione è avvenuta venerdì scorso su un convoglio regionale nei pressi di Varazze (Savona). Secondo l’accusa l’uomo, un ultrà della Sampdoria con precedenti per reati a sfondo sessuale e violenza, dopo aver afferrato la giovane alle spalle l’avrebbe palpeggiata su tutto il corpo, costringendola a subire le sue avances. La ragazza ha perso i sensi ed è rinvenuta solo all’arrivo del fidanzato che la aspettava alla stazione di Varazze. Insieme sono andati subito a denunciare il fatto alla Polfer dove la giovane è riuscita a ricostruire i fatti e a fornire una descrizione del suo aggressore e del suo abbigliamento, bermuda e giacca olivastri. L’uomo è stato individuato grazie ai fotogrammi della videosorveglianza e riconosciuto dalla ragazza.