Pambianchi primo presidente di «Assonautica Roma»

«Il settore laziale ha potenzialità da sfruttare Dobbiamo puntare forte su turismo e ricerca»

È stata costituita ieri mattina a Roma la seziona capitolina dell’Assonautica, il sodalizio nazionale che si occupa dello sviluppo della nautica da diporto e del turismo nautico. A presiedere l’associazione fondata nel 1971 è stato scelto Cesare Pambianchi, attuale presidente della Confcommercio di Roma e del Lazio.
Tra i soci fondatori compaiono l’Autorità portuale di Civitavecchia, ExpoBlu-Salone della Nautica della Fiera di Roma, la Tiber Boat Service, i Cantieri Rizzardi e la Luxury Yachts del gruppo Ferretti. «La nautica laziale - spiega Pambianchi - si profila come un realtà vitale ma con potenzialità ancora da sfruttare.
A fronte della presenza di numerosi punti di forza come la concentrazione e specializzazione delle imprese, legate alla presenza di importanti risorse naturalistiche ci sono una serie di criticità da affrontare come la mancanza di posti barca, il basso livello di organizzazione del sistema servizi (rimessaggio, manutenzione e trasporti) e la difficoltà di comunicare on line l’effettiva disponibilità dei posti. «Assonautica Roma - conclude Pambianchi - rappresenta l’intera filiera della nautica da diporto e si impegnerà a creare sempre più sinergia tra le diverse economie legate al polo nautico. Tra queste punteremo forte sul turismo, ma anche sulla ricerca e l’innovazione». La nautica da diporto conta nel Lazio 500 imprese e oltre duemila dipendenti, coinvolgendo aziende di grande prestigio internazionale e piccole realtà artigianali specializzate nella realizzazione degli interni e nelle finiture delle imbarcazioni.
Oltre a Cesare Pambianchi, l’Assonautica Roma potrà contare nella collaborazione di Roberto Bosi, presidente dell’Ente Fiera di Roma e del giornalista Rai Giovanni Miele.