Da Panasonic arriva il computer ultrarobusto

Si chiama Cf-F8 costerà 2400 euro. Se cade non si rompe e se si bagna continua a funzionare

Vecchio pc, addio. I computer da tavolo, i desktop, verranno infatti sostituiti dai pc portatili che hanno già superato nelle vendite quelli fissi. E’ una trasformazione inevitabile dettata principalmente dalle nuove modalità di utilizzo del computer. Il pc è uscito progressivamente dal suo ruolo di strumento di calcolo e oggi rappresenta una vera e propria centrale di comunicazione e produttività in movimento. Agenti di commercio, forze di polizia, ingegneri nei cantieri, giornalisti, finanzieri, hanno tutti bisogno di potersi muovere liberamente e di poter accedere ai propri dati in totale sicurezza. Lo strumento di riferimento è quindi il computer portatile, ma non un modello qualsiasi.

Panasonic ha da tempo investito molte risorse nel realizzare una gamma di notebook studiati appositamente per chi lavora fuori ufficio, i cosiddetti “rugged pc”. I computer “robusti” e “resistenti”, sono stati fino a ieri penalizzati da un’estetica di scarso appeal, ma con il lancio mondiale del nuovo modello CF-F8, Panasonic intende espandere questo mercato e soprattutto fare cultura sulla sicurezza. Chi lavora in mobilità dovrebbe infatti disporre di strumenti adeguati a svolgere la propria attività anche in condizioni difficili. A quanti capitata di scrivere una email con il notebook sulle gambe o di appoggiare il computer su tavolini o superfici instabili? Il rischio di cadute accidentali è elevato come la possibilità di rovesciare accidentalmente la tazza del caffè o il bicchiere d’acqua lasciato pericolosamente vicino al computer.

Il nuovo Panasonic CF-F8 è stato studiato per essere totalmente protetto da cadute fino a 76 centimetri e dispone di una tastiera impermeabile. Nessun problema neppure nel caso di eccessive vibrazioni tanto da poter sopportare una pressione fino a 100 chili. Non solo, ma grazie a processi di miniaturizzazione di tutti i componenti, i progettisti dell’azienda giapponese sono riusciti a ridurre sensibilmente il peso, rendendo il CF-F8 il più leggero notebook con schermo wide da 14,1 pollici e lettore Dvd integrato presente sul mercato: appena 1,660 grammi.

Ma le caratteristiche pensate per chi fa business in mobilità non finiscono qui, visto che grande attenzione è stata posta anche all’autonomia della batteria. Senza limiti di prestazioni grazie al processore Intel Core Duo SP9300 e con il wireless acceso (Intel Wi-Fi Link 5100), questo notebook permette di lavorare per 6 ore continuative. L’equipaggiamento di base include un disco rigido da 160 Gb, memoria Ram da 2 Gb e Bluetooth. Tra gli elementi di maggior interesse non va dimenticato neppure il design. Pur trattandosi di un modello “rugged” le linee estetiche sono decisamente eleganti e la pratica maniglia integrata, trasforma il notebook in una pratica valigia ventiquattrore che piace anche al pubblico femminile.

“Abbiamo voluto realizzare un computer che tenesse conto delle necessità dei consumatori dando ascolto direttamente alle loro richieste e il CF-F8 è oggi il prodotto di riferimento per l’utente business che cerca prestazioni, sicurezza, autonomia e mobilità”, ha detto Toshiyuki Takagi, Direttore della divisione IT di Panasonic. Questo prodotto verrà commercializzato in Italia a un pezzo di circa 2400 euro, ma non sarà disponibile per il nostro mercato l’altra stella presentata a Tokyo, il CF-R8, il notebook ultra portatile da 10,4 pollici che detiene il record di leggerezza, solo 930 grammi.