Pandolfi: "Tra i liceali faccio ancora casino in amore"

L’attrice protagonista della seconda stagione della serie anticipata per sostenere la sfida alla Rai

Roma - La campanella nelle scuole è squillata già da tempo ma solo domani sera su Canale 5, in prima serata, risuonerà quella d’una fiction amatissima: I liceali 2. La rete ammiraglia Mediaset spera di fare il bis (la scorsa primavera la prima serie, prodotta sempre dalla Taodue di Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt, ha raggiunto il 23% di share e toccato il 38% nell’interessante fascia di pubblico fino ai 35 anni) e di continuare così nell’onda del successo dei prodotti di questo fortunato autunno.

L’unico dato in qualche modo allarmante è che I liceali 2, regia di Lucio Pellegrini, è già andato in onda lo scorso maggio su Joi, il canale del digitale terrestre Mediaset. Certo la stessa cosa avvenne per la prima serie ma già qualche mese fa Giorgio Tirabassi (il protagonista nei panni del prof. Antonio Cicerino) constatava che I liceali 2 sarebbe andata in onda sulla rete generalista «quando i ragazzi l’avranno già scaricata da Internet». Dello stesso avviso è oggi la sua compagna nella fiction, Claudia Pandolfi: «Non voglio polemizzare, sarà una scelta strategica, forse non si crede al pubblico di Internet ma non vorrei certo che alla fine gli ascolti non andassero bene». La situazione però è forse un po’ più grave di quello che pensano i diretti interessati perché non c’è nemmeno bisogno di brigare in rete, tutte e sei le puntate sono già disponibili sul celeberrimo YouTube.

Comunque sia per sei venerdì (Distretto di Polizia è intanto passato alla domenica) seguiremo le vicende del professor Antonio Cicerino che ritroveremo a vivere insieme alla professoressa Enrica Sabatini. La scuola ha inizio, è l’anno della maturità. E mentre Cicerino s’arrovella sui problemi professionali, come l’arrivo di un’alunna un po’ tosta in III A, Monica (Chiara Mastalli che rifà la maturità dopo Notte prima degli esami), la Sabatini sembra a poco a poco cedere a un’inquietudine e a un’ansia incontrollabili, convincendosi d’essere incinta.
«È che gli s’impappa il cervello sulla questione sentimentale. Così l’arrivo di un nuovo professore, spensierato e leggero fatto apposta per lei (Massimo Poggio, ndr), mette tutto in discussione», spiega Claudia Pandolfi. Un personaggio che, come un gambero, va all’indietro: «Alla fine non sarà così ma comunque evidenzia anche un lato bello delle donne e cioè che la missione di mamma non è sempre scontata. E lei candidamente lo rivela», aggiunge l’attrice che la prossima settimana spegnerà le sue prime 35 candeline.
Che ci sia una sorta d’immedesimazione con questa donna un po’ ansiosa, insicura e confusa? «Sarei falsa se dicessi il contrario, le assomiglio parecchio, nella goffagine, nell’esternazione. Come lei sono irruente ma io per fortuna adoro il mio lavoro e non faccio a botte con il mio uomo». A dimostrazione del «bellissimo periodo» - sono parole sue - che sta passando con il compagno e cantante Roberto Angelini con cui ha avuto Gabriele (tre anni a dicembre) e con la professione.

Ha appena finito di girare ben due film «in famiglia»: il melanconico La prima cosa bella di Paolo Virzì (prezioso collaboratore nella scrittura del format I liceali) e la commedia Figli delle stelle di Lucio Pellegrini (il regista delle due serie della fiction) con accanto sempre Giorgio Tirabassi (ma i due non li vedremo più ne I liceali 3 già in fase di scrittura). Nel 2010 infine un grande progetto seriale, una commedia prodotta sempre da Taodue. Tutto è ancora in fase embrionale e avvolto dal mistero ma una cosa Claudia Pandolfi se la sente di esternarla: «Sarò veramente stronza».