La Pandolfi: «Ora basta con medici e poliziotti»

Nostro inviato a Saint Vincent

Eh no, Alice non c'è proprio più. La giovane innamorata di Lele nel Medico in famiglia è un lontano ricordo. Anzi a Claudia Pandolfi, ieri a Saint Vincent per accompagnare la fiction I liceali di cui è protagonista, quella serie non piace più. «In sette anni non è più successo nulla - dice -: la trama è sempre uguale, continuano ad allungare il brodo senza senso. Non me ne vogliano autori e produttori, ma secondo me è meglio voltar pagina». Ma il pubblico la segue e si rincorrono voci anche di un suo ritorno-cameo. «Ma figuriamoci, non ci penso proprio». Claudia si è dimenticata anche di Giulia Corsi e del commissariato del Decimo Tuscolano, che ha lasciato due stagioni fa. «Finalmente - dice - non devo fare più quella faccia seria, sempre con il muso lungo e la pistola in mano. Mi è piaciuto moltissimo girare i liceali proprio per cambiare ruolo, faccia, tanto che ho chiesto io di partecipare a questo set». Dove ha ritrovato il collega Tirabassi (protagonista insieme con lei di Distretto di polizia). «Proprio perché c'era lui ho voluto fare questa serie. È un grande». Sul set ha conosciuto anche Diane Fleri, che - con la sua erre moscia sentita in Mio fratello è figlio unico interpreta l'insegnante di francese - tra le due è nata un'amicizia e una voglia di lavorare di nuovo insieme tanto che si ritroveranno nel film per il cinema di Luca Lucini Avventura semiseria di un ragazzo padre. In uscita (a fine marzo) con Claudia anche Amore, bugie e calcetto (nel cast Finocchiaro e Bisio), sempre di Lucini. E poi? «Poi c'è Gabriele, il mio bimbo di un anno, una meraviglia».