Pannella: pronto a staccare la spina a Piero Welby

da Roma

Pronto a staccare la spina nel caso il co-presidente dell’associazione Luca Coscioni, Piero Welby, gravemente malato da anni, decidesse di farla finita. È la disponibilità dichiarata da Marco Pannella, alla quale si associa anche il radicale Marco Cappato.
«Se Piero decidesse - ha detto Pannella presentando due proposte di legge della Rosa del Pugno su eutanasia e testamento biologico - sarò pronto a compiere tale atto, che è un atto di rispetto della vita e dei principi di civiltà oggi negati da un potere talebano e da chi occupa il Vaticano».
Pannella ha poi aggiunto: «Ho rispetto per la legalità, l’etica, la dignità umana e i diritti; ma soprattutto ho grande amore e rispetto per i credenti, che sono i più offesi e perseguitati. In Italia la politica e i ceti dirigenti producono quotidianamente morte e disumanità per tanti malati e lo Stato si comporta da braccio di un potere barbaro millenario». Pronta l’immediata replica del presidente dei deputati dell’Udc, Luca Volontè: «Nella sua follia strumentale può anche arrivare all’omicidio, ma le leggi che valgono per gli altri valgono anche per lui. È ora di finirla con questa salvaguardia solo nei suoi confronti».