Pannella si reca in ospedale

Il leader radicale accetta il ricovero ospedaliero, su consiglio dei medici. Si temono conseguenze serie per la salute di Pannella che ha sospeso lo sciopero della sete, ma prosegue quello della fame

Roma - Marco Pannella ha accettato di essere ricoverato, come consigliato dai medici. "Il collegio medico -si legge in una nota dei radicali - ritiene urgente e necessario verificare se siano insorte, o no, ulteriori complicanze renali, anche irreversibili, attraverso indagini cliniche da effettuarsi necessariamente in ambiente ospedaliero. Si è reiterato per queste specifiche e nuove condizioni la prescrizione dell'immediato ricovero, che Marco Pannella ha accettato, e che sarà effettuato quanto prima".

"Dopo circa 18 ore dalla ripresa della idratazione per via orale e nonostante il recupero di circa 4 kg, il quadro clinico di Marco Pannella - si legge ancora nella nota - presenta ora i seguenti problemi: 1) mancata ripresa della diuresi; 2) persistenza dello stato ipotensivo; 3) ulteriore brusco deterioramento dei parametri di funzionalità renale".

Nel primo pomeriggio Pannella è uscito dalla sua abitazione per recarsi in ospedale. Con lui, nel taxi scortato dalla polizia, anche il portavoce Sergio Rovasio. L'ospedale che curerà il leader radicale dovrebbe essere il "Vannini", dove è primario del reparto di medicina interna il professor Claudio Santini, del collegio medico che ha seguito la salute dell'uomo politico.