Pannella sospende lo sciopero della sete

Roma - Marco Pannella ha sospeso lo sciopero della sete intrapreso per chiedere una moratoria internazionale contro la pena di morte. Il leader radicale prosegue però lo sciopero della fame. Durante un collegamento in diretta con Radio radicale, Pannella ha spiegato che intende proseguire la sua protesta affinché il governo italiano, appena diventato membro del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, chieda una convocazione straordinaria dell'assemblea generale delle Nazioni Unite per varare una moratoria universale delle esecuzioni capitali. Intanto il premier Romano Prodi fa sapere di essersi "dato appuntamento con Pannella per discutere a fondo il problema che adesso è in gioco, la moratoria sulla pena di morte. Su questo specifico problema certamente incontrerò Pannella. Dobbiamo fare tutto il possibile. Non gli ho nascosto, e lui era d'accordo - ha riferito il presidente del Consiglio - le grandi difficoltà che ci sono. Non è che sia la prima volta che si tenta un obiettivo di questo tipo, però questa volta abbiamo più possibilità delle altre. È importante che l'Italia spinga in questa direzione".